Italiani tornano a fare acquisti, +0,4% su mese

25 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Ad aprile l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio registra un aumento rispetto al mese precedente (+0,4%). Nella media del trimestre febbraio-aprile 2014, l’indice non registra alcuna variazione rispetto ai tre mesi precedenti.

Lo rende noto l’Istat, aggiungendo che rispetto ad aprile 2013, l’indice grezzo del totale delle vendite segna una variazione positiva del 2,6%, il rialzo tendenziale più forte da aprile 2011. Una spinta è arrivata però dalle festività pasquali cadute nel mese di aprile.

Secondo Codacons il risultato ottimo anno su anno è frutto di una “illusione ottica”. “Il segno positivo delle vendite è da attribuire unicamente ad una alterazione, legata alla ricorrenza di Pasqua che, quest’anno, è stata festeggiata nel mese di aprile, mentre nel 2013 era caduta nel mese di marzo – spiega il presidente Carlo Rienzi – non a caso l’incremento più elevato delle vendite è stato registrato nel settore alimentare, comparto che caratterizza fortemente questa festività”.

“Inutile farsi illusioni e credere in miracoli irrealizzabili – prosegue Rienzi – purtroppo i consumi delle famiglie italiane sono in calo anche nel 2014, e solo in parte il bonus da 80 euro in busta paga introdotto dal Governo potrà far recuperare i 21,6 miliardi di euro di minori spese delle famiglie registrate nel 2013”.

Nel confronto con il mese precedente, aumentano le vendite di prodotti alimentari (+1,2%), mentre diminuiscono leggermente quelle di prodotti non alimentari (-0,1%). Mentre, variazioni tendenziali positive si registrano sia per le vendite di prodotti alimentari (+6,7%) sia, in maniera decisamente più contenuta, per quelle di prodotti non alimentari (+0,2%).

Con riferimento alla forma distributiva, nel confronto con il mese di aprile 2013 si registrano aumenti sia per le vendite della grande distribuzione (+5,0%), sia per quelle delle imprese operanti su piccole superfici (+0,4%).

Nei primi quattro mesi del 2014, l’indice grezzo diminuisce dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione dello 0,5% e quelle di prodotti non alimentari dello 0,8%.
(TMNews)