Italia: prezzi al consumo saliti di quasi il 20% in 12 anni

22 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – I prezzi al consumo delle famiglie italiane che hanno piu’ bassi livelli di spesa sono aumentati, nel periodo che va dal 2005 alla prima meta’ del 2014, del 22,1%.

Nel medesimo periodo l’inflazione per le famiglie con maggiore capacita’ di spesa e’ stata del 18%. Per il complesso delle famiglie la variazione misurata dall’indice armonizzato dei prezzi al consumo e’ stata del 19,3%.

Nel secondo trimestre del 2014 la dinamica tendenziale dei prezzi al consumo (pari in media a +0,4%) risulta piu’ sostenuta (+0,6% da +0,4% del primo trimestre) per le famiglie con i piu’ elevati livelli di spesa rispetto a quelle (+0,1% da +0,4% del primo trimestre), caratterizzate dalla spesa media mensile piu’ bassa.

La lieve variazione positiva dei prezzi che interessa le famiglie con bassi livelli di consumo e’ imputabile soprattutto all’aumento dei prezzi dei Servizi relativi all’abitazione.

Diversamente, la maggiore ampiezza dell’inflazione, che ha interessato le famiglie dell’ultimo gruppo per livello di spesa, e’ da ascrivere principalmente ai contributi alla crescita dei prezzi degli Altri beni, dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Servizi relativi ai trasporti.

Sia per il primo sia per l’ultimo gruppo di famiglie, contributi negativi alla variazione tendenziale dei prezzi al consumo si devono alle diminuzioni dei prezzi degli Alimentari non lavorati, dell’Energia e dei Servizi relativi alle comunicazioni.
(Agenzie)