Intesa Sanpaolo: cosa dice l’analisi tecnica nel Breve e Medio periodo

14 Aprile 2022, di Gianmarco Carriol

Intesa Sanpaolo ha sottoscritto un finanziamento di 15 milioni di euro, con garanzia green di SACE, in favore della flotta sostenibile di Sicily By Car, azienda siciliana, attiva nel settore dell’autonoleggio che vanta un network con 53 uffici dislocati nelle più importanti città, presso gli aeroporti internazionali ed intercontinentali e nelle località di maggiore interesse turistico, con una flotta media di circa 9.500 autovetture nel 2021.

Questo ha sicuramente giovato al titolo che attualmente al momento della stesura fa registrare un aumento dell’1,94%.

Analisi titolo Intesa Sanpaolo

Grafico giornaliero ISP - Tradingview

Dal punto di vista tecnico il titolo si trova in un range di prezzo iniziato il 10 di marzo che comprende i livelli a 1,9130 euro e il livello a quota 2,1730. Se il minimo del range dovesse continuare a reggere, la possibilità nel breve periodo di un recupero del gap in zona 1,9440 e una successiva ripartenza a rialzo è uno scenario possibile.
In caso di forte pressione ribassista, alla rottura del supporto posto a 1,9130, il titolo potrebbe registrare un ribasso fino a quota 1,750, raggiungendo così il minimo di marzo. In un’ottica di medio periodo considero 1,50 come un possibile target ribassista.

Analogamente a quanto detto sopra se il massimo del range non dovesse reggere alle pressioni positive rialziste, allora il target successivo da osservare è sicuramente in zona 2,325 euro. Nel medio periodo l’ultimo la zona a 2,60 risulterebbe essere un target possibile.

Attualmente la situazione internazionale e inflazionistica continua a pesare sui titoli mondiali e nazionali e i livelli pre-guerra, soprattutto nel caso di ISP, risultano ancora lontani.