INTERNET: POLIZZE ASSICURATIVE CONTRO HACKERS

3 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Sulla scia delle indagini delle autorita’ federali sugli attacchi dei pirati informatici ai piu’ famosi siti Web, un numero sempre crescente di compagnie di assicurazione americane ha iniziato ad offrire polizze per la copertura delle perdite legate alla sicurezza della rete Internet.

Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa Usa, infatti, sono sempre di piu’ i clienti che chiedono una copertura per problemi semplici come malfunzionamenti dell’accesso alla rete, ma anche attacchi degli “hachers”.

Molto di recente, Marsh Inc., un broker assicurativo di San Francisco, ha iniziato a proporre la polizza NetSecure che garantisce una copertura da 200 milioni di dollari. La Marsh ne ha vendendute circa 100 in meno di un mese in febbraio.

Handango, una societa’ di Dallas che vende dispositivi portatitli e consente di scaricare softwares attraverso il Web, si e’ affidato ad una copertura “cyberspace liability coverage” sulla base di una recente analisi interna che identifica possible perdite legate alla sicurezza del Web.

Il mercato assicurativo legato all’ambiente Internet, ha potenzialita’ di crescita molto grandi anche se attualmente e’ ancora un settore di nicchia.

La maggior parte dei colossi Internet, tra cui Yahoo! ed eBay sono assicurate con questo tipo di polizze. Societa’ piu’ piccole necessitano, invece, di polizze che comprendono coperture piu’ specifiche a seconda delle loro attivita’.

Per il momento le grandi compagnie di assicurazione cercano di rimanere fuori dal settore in attesa di dati piu’ certi sulla sicurezza della rete globale, che renderanno piu’ precisa ogni valutazione di commissioni e eventuali “catastrofi” sul Web.