Inferno a Marrakesh: esplosione provoca 18 morti

28 Aprile 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Sono 18 i morti accertati dell’esplosione avvenuta oggi in un caffe’ della piazza principale di Marrakesh e al momento non risultano vittime italiane. Lo apprende l’ANSA da fonti della Farnesina. Le stesse fonti fanno sapere come siano in gran parte turisti stranieri le persone coinvolte. Il vice console onorario italiano a Marrakesh, si apprende dalle stesse fonti, ha gia’ visitato l’edificio sventrato dall’esplosione nel centro della citta’ marocchina e si e’ recato all’ospedale dove vengono trasportate le vittime e i feriti. Al momento si esclude il coinvolgimento di italiani. Il bilancio della strage sembra comunque destinato ad aumentare.

MINISTERO INTERNO, ATTO TERRORISTICO – Il ministero dell’interno marocchino, citato dalla tv Al Arabiya, ha detto che l’esplosione in un caffe’ di Marrakesh e’ dovuta a un atto terroristico e criminale. La tv Al Arabiya, citando fonti della polizia, ha riferito che vi sono ”europei” fra le vittime dell’attentato a Marrakesh. Il corrispondente dell’emittente panaraba ha riferito che sul luogo della strage la polizia ha mostrato ”passaporti europei”. La tv ha confermato che quasi tutte le vittime sono ”straniere”. L’esplosione, ha riferito ancora Al Arabiya, e’ stata ”molto potente” e vi sono brandelli di corpi sparsi per un ampio raggio.