Il sommario del numero di settembre 2021 di Wall Street Italia

9 Settembre 2021, di Alessandro Piu

È online il numero di settembre di Wall Street Italia il mensile di economia, consulenza finanziaria e lifestyle

I Numeri che contano sono quelli che l’Italia ha mostrato negli ultimi mesi. Quelli che gli atleti Azzurri hanno mostrato nel corso di un’estate che è tornata a essere italiana. La vittoria agli Europei di calcio, le 40 medaglie alle Olimpiadi di Tokyo, la volata di Marcell Jacobs nei 100 metri, una gara dove l’Italia a stento compariva nelle semifinali. Ma sono anche i numeri della crescita economica e della ricchezza finanziaria degli italiani. Da questi numeri, approfonditi in un articolo del dossier firmato da Daniela La Cava, parte il viaggio di WSI settembre per mostrare che fare bene le cose ripaga sempre. E forse anche l’Italia ha iniziato a fare le cose bene.

L’intervista di copertina

Uno dei più importanti cambiamenti che il Belpaese deve ancora affrontare è quello della parità tra uomo e donna. Non solo perché è giusto che sia così, ma anche perché il futuro del risparmio è donna. Lo afferma senza mezzi termini Janus Henderson, per bocca del suo country head Italia, Federico Pons, nell’intervista di copertina del mensile. Negli Stati Uniti le donne detengono già il 51% della ricchezza ed entro il 2030 ne controlleranno i due terzi. Per chi si occupa di gestione del risparmio, si tratta di farsi trovare preparati per cogliere le peculiarità del rapporto tra le donne, il denaro e gli investimenti.

Il dossier, Vince chi fa bene le cose

Il primo articolo del dossier Vince chi fa bene le cose è questo mese una rubrica molto apprezzata, La Voce della Consulenza, in versione extended. Alcuni temi della consulenza finanziaria, proposti in recenti articoli scritti dal direttore del mensile Leopoldo Gasbarro, hanno aperto la strada a un dibattito online di cui riportiamo alcuni estratti.

Una delle regole del far bene le cose che spesso è stata trascurata in Italia, tradizionalmente abile ad affrontare (ma anche a crearsi le emergenze), è quella della prevenzione. Ne parla, in un’interessante intervista di Ilaria Caprioglio, il sottosegretario alla Salute del governo Draghi, Andra Costa, che traccia le linee dello sviluppo futuro del Sistema Sanitario Nazionale alla luce dell’esperienza della pandemia.

Tra gli altri articoli del dossier, uno studio che quantifica quanto vale, in soldoni, la felicità. Perché forse è vero che “i soldi non fanno la felicità” ma sicuramente aiutano, se gestiti bene, nel costruirla; un confronto internazionale dei sistemi pensionistici che mette in evidenza i ritardi dell’Italia soprattutto in termini di sostenibilità; la classifica di S&P’s sulle banche globali che, confrontata con quelle dei decenni passati, mostra come il baricentro del mondo si sia spostato in Asia e come il sistema bancario europeo abbia accumulato un ritardo in termini dimensionali.

E poi gli interventi di contributori esterni come Paolo Legrenzi sull’inflazione, di Guglielmo Pelliccioli sul mercato immobiliare e di Massimo Doria sulle successioni ereditarie.

Sezione Advisory

Nell’articolo di cover tre professionisti del mondo del risparmio gestito, Matteo Germano di Amundi Sgr, Didier Saint-Georges di Carmignac e Jack Janasiewicz di Natixis IM tracciano le linee guida per i mercati finanziari per l’ultimo quadrimestre dell’anno, individuando in inflazione, banche centrali e pandemia i principali fattori da monitorare.

Sezione Private

In cover nella sezione Private Monia Ferrari, Financial services director di Capgemini in Italia, con un focus sullo studio di Capgemini sul wealth management e sugli High Net Worth Individual. Innovazioi tecnologiche, cambiamento delle dinamiche sociali, nuovi player, democratizzazione degli investimentie ascesa ci canali digitali sono i fattori che avranno impatto sul successo o sul fallimento delle società di gestione patrimoniale.

Sezione Assicurazioni

Un altro approfondimento merita una cover interna nel mese di settembre. L’Osservatorio Open Insurance 2021 dell’Italian Insurtech Association, traccia le linee future del rapporto tra il cliente e le polizze. Così come l’Open banking ha dato alle banche la possibilità di ampliare il portafoglio di servizi offerti, così l’Open Insurance ha dato impulso all’offerta di settori rimasti estranei ai prodotti assicurativi.

Sezione Investimenti

Uno studio coordinato dal dottor AndreaTurrini Vita, dal dottor Paolo Ceccherini e dalla dottoressa Alessia D’Imperio, autori del libro “La gestione dei portafogli finanziari, tra sostenibilità e ricerca della performance” ha analizzato le divergenze nei rating Esg prodotti da tre diverse agenzie. I rating Esg, secondo lo studio, soffrono ancora di una mancanza di omogeneità nelle definizioni e informazioni utilizzate. L’utilizzo congiunto dei tre rating permette comunque risultati molto consistenti.

Sezione Impresa

Il mondo del biotech è il protagonista dell’ultima cover interna del mensile, quella dedicata al mondo delle imprese italiane. Protagonista è Ulisse Biomed, fondata nel 2015 da due giovani ricercatori italiani,  stata tra le prime a studiare le varianti del Covid. Adesso inizia la sua avventura in Borsa.

Lifestyle

Gabriele Gravina è il protagonista della copertina di WSI Lifestyle. Il presidente della Figc racconta se stesso e il calcio italiano nell’anno della vittoria della Nazionale agli Europei di calcio e 25 anni dopo la storica promozione in serie B con il Castel di Sangro, di cui era allora il presidente.

The Modern Dandy è il servizio indossato del mese a cura della fotografa Keila Guiilarte.