Il problema alla fine è…

23 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

Pubblichiamo dai commenti questo intervento di alikudo (“a sua insaputa”, la pubblicazione, non l’intervento), scritto in merito all’articolo: Arresto Lusi: tutti pluripregiudicati i 13 senatori che hanno votato contro. Se avete voglia, scrivete qui sotto i vostri, di commenti, vi preghiamo solo di fare ragionamenti costruttivi, non c’e’ peggior web dello sfogatoio rabbioso fine a se stesso (e utile solo ai potenti e alla Casta).

inviato da alikudo – 23/06/2012 09:54

id utente 67927
utenti registrati 138253
utente da mag 2002
506 commenti
popolarità 104

Il problema alla fine non e’ chi siano e cosa hanno votato. Il problema e’ che erano li e ci rimangono a 20.000 Euro al mese, pagati da noi con le tasse.

Se volete il problema e’ anche che ci rimangono tutti gli altri complici loro colleghi, mentre a noi ci licenziano o ci fanno chiudere le attivita’.

Il problema e’ che non sono meno criminali quelli che insabbiano la decurtazione degli emolumenti ai partiti con l’ Emilia da ricostruire.

Il problema e’ tutto il parlamento ed il governo che sull’ Emilia non riesce a stabilire un periodo di pax tributaria e di snellimento burocratico in modo da evitare che qualche costruttore abbia polluzioni notturne pensando a quanto mettera’ in tasca perche’ e’ amico degli amici, mentre gli altri moriranno di tasse e di freddo questo inverno, quando loro passeranno all’ incasso, la gente avra’ dimenticato e le case non ci saranno.

Il problema e’ che speriamo ancora che questa manica di ladri sia disposta spontaneamente a ridurre il suo numero, mentre tutti sappiamo che il voto sulla riduzione dei parlamentari e’ piu’ difficile che abbia esito del voto sull’ autorizzazione a procedere verso tutti gli onorevoli.

Il problema e’ che ci illudiamo che le forze nuove e sane vengano dagli assessori e sindaci, che sono la replica di queste persone che fanno il “gioco grande”, e che hanno la stessa incapacita’, la stessa “fame” e la stessa corruzione, se non altro perche’ ce li hanno messi quelli che adesso sono “onorevoli”.

Infine il problema e’ che ancora c’e’ qualcuno convinto che “i suoi” sono buoni e bravi e gli “altri” sono corrotti.

C’e’ modo per i disgraziati che mantengono questi parassiti di votare una “autorizzazione a procedere” contro questi complici della casta per di impedirgli di votare?

Altrimenti il prossimo parlamento, e quello dopo e quello dopo di quello dopo saranno solo fotocopie di questo, e cosi’ continueranno ad essere comuni, provincie (che non saranno mai eliminate) regioni, ed enti statali.

Non mi va che il mio voto abbia lo stesso valore di uno che pensa che Mastropasqua debba essere sostituito da uno dei “suoi”, magari che abbia anche lui 30 incarichi, e che gli ha riempito la testa di fumo ideologico.