IL GIGANTE DEL FERRO VUOLE CRESCERE

23 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Rio Tinto, la societa’ mineraria al terzo posto nella classica mondiale dei produttori di ferro, ha lanciato un’offerta ostile da $1,67 miliardi contro la rivale North, di cui gia’ controlla il 14,5%.

Il prezzo rappresenta un premio del 30% rispetto all’ultima quotazione del titolo North.

Dall’unione delle due societa’ scaturirebbe una capacita’ produttiva annua di 120 milioni di tonnellate di ferro.