Il dream team di Pimco: c’è Bernanke, ma non solo

8 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

ROMA (WSI) – Pimco ha formato una squadra di consulenti di prima grandezza per il suo nuovo Global Advisory Board, nel quale figurano nomi altisonanti come quello dell’ex presidente della Federal Reserve (e già senior advisor di Pimco), Ben Bernanke, quello dell’ex presidente della Banca centrale europea e presidente della Commissione Trilaterale, Jean-Claude Trichet e dell’ex primo ministro britannico Gordon Brown.

La Pacific Investment Company Management ha comunicato che lo scopo del board sarà quello di fornire, data la grande esperienza dei policy maker che vi siedono, autorevoli pareri sulle prospettive macroeconomiche e politiche a livello globale, in modo da indirizzare in modo più ponderato le scelte d’investimento della compagnia.

La squadra presieduta da Bernanke (il cui volto non può non riportare alla mente i mesi più acuti della crisi finanziaria del 2008) si riunirà diverse volte all’anno nella sede di Pimco di Newport Beach, California, così come in altre sedi della società. Assieme al trio Bernanke-Brown-Trichet completano il consiglio Ng Kok Song, ex numero uno del fondo sovrano di Singapore e Anne-Marie Slaughter, presidente e Ceo del think-tank New America, professore emerito di Affari Internazionali presso l’Università di Princeton nonché ex direttore della pianificazione politica del Dipartimento di stato Usa.

Il Ceo di Pimco, Douglas Hodge, non ha nascosto la soddisfazione per aver portato sotto il suo tetto personalità di codesto calibro:

“Condividere analisi su come la macroeconomia globale e la geopolitica incide sui mercati e gli investimenti e una parte importante del valore che portiamo agli investitori come amministratori dei loro asset, così che i nostri clienti possano trarre grande beneficio dall’esperienza che il Global Advisory Board ci fornirà”