I TASSI EUROPEI SALGONO AL 3.75%

8 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

Stretta monetaria come previsto per Eurolandia: il consiglio direttivo della Bce, riunito a Francoforte sotto la presidenza di Jean-Claude Trichet, ha deciso di rialzare il costo del denaro di un quarto di punto al 3,75%.

Il tasso di riferimento, quello sulle operazioni contro termine, sale al 3,75%, il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale sale al 4,75% e quello sui depositi overnight al 2,75%. E’ la prima stretta varata nel 2007 dalla Bce che porta cosi’ il costo del denaro sul livello del settembre 2001.

Gli interrogativi principali riguardano i mesi successivi, poiché i tassi potrebbero raggiungere il 4% a giugno, ma è possibile che i banchieri di Francoforte si concedano una pausa di riflessione. Tutto dipenderà dai dati che emergeranno nei prossimi mesi in materia di crescita e controllo dell’inflazione.

Su quest’ultimo punto, leggere:
Bce: rialzo tassi per contrastare rischi inflazione

CAMBI: EURO SCIVOLA A 1,3120, SI ALLONTANA NUOVA STRETTA BCE