I BANCARI IN POSITIVO, MALE I TELEFONICI

28 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Lo scivolone prosegue senza sosta a Piazza Affari con gli indici che stanno azzerando i guadagni della fine della scorsa settimana.

Ci sono alcune blue chip in positivo, ma l’andamento è comunque di vendita su molti comparti.

Continuano ad essere in positivo i bancari con in testa Fideuram che lima i guadagni ma rimane ad un +4,22%. Come SanPaoloImi che si porta ad un brillante +4,93%.

Sopra il 2% anche Comit; a +1,58% Bnl; a +1,33% Banca Intesa; e Banca di Roma a +1,59%.

I telefonici sono tutti in forte calo.
Tecnost e Telecom perdono rispettivamente il 3,63% e il 3,23%; Olivetti il 3,63%.

Torna leggermente in positivo Tim a +0,33%. Mentre Seat Pagine Gialle lima i guadagni ad un +0,99% dopo aver guadagnato in apertura oltre il 3,5%.

Lima anche Mediaset a +0,86% dal 6% dell’apertura.
E Mediolanum ora a +1,40%.

Resta positiva Fiat a +0,48% e Pirelli a +0,35%.

Tra le utilities bene solo edison a +2,70%.
Mentre le Eni perdono l’1,91%.