Grillo: “L’Italia collasserà come un cammello”

3 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Ci fottiamo con le nostre stesse mani” mentre noi dovremmo “essere un comunità, che era quello che volevo fare diventare questo c… d’Italia”. Lo ha affermato Beppe Grillo nel suo comizio a Marina di Ragusa per le Comunali in Sicilia.

Il leader del M5s propone di “mettere un tetto alle pensioni: non più di seimila euro, anche a chi ne prende da 10 a 90mila, il resto dei soldi li diamo agli 8 milioni di pensionati che vivono con meno di 500 euro al mese”. “Vi sembra una proposta populista – ha chiesto Grillo dal palco – allora sono fiero di essere populista”.

«L’Italia è come un cammello che se debilitato può morire all’improvviso» scrive nel suo blog. “Il cammello Italia collasserà e gli italiani, ignari lo verranno a sapere in prima serata, dopo la pubblicità e prima degli elicotteri”.

Il governo fa solo proclami e si balocca con il presidenzialismo, la legge elettorale che verrà sotto gli occhi vigili di Napolitano, la presa per il c… del falso taglio al finanziamento dei partiti, la legge per eliminare M5S dal parlamento, la nuova Costituzione e altre amenità».

SE CI DATE FIDUCIA LE COSE POSSONO CAMBIARE – “State tranquilli che se ci date fiducia possiamo cambiare questo Paese. Secondo la Cgil, ci vorranno 63 anni, lo dice un sindacato che ha contribuito a distruggere il lavoro in Italia”, afferma Grillo, rispondendo a un pensionato, prima di salire sul palco a Marina di Ragusa.

“Gli ho chiesto di proporre una legge per dare lavoro a tutti i giovani – ha spiegato l’uomo che gli aveva posto la domanda, Guglielmo Carnemolla, pescatore di 73 anni – e per remunerare le casalinghe che meritano di avere uno stipendio minimo”.

NON ANDREMO IN TV, LA OCCUPEREMO – “Ho fatto la Tv per 40 anni, la tv fa male non per quello che viene detto ma per quello che si vede. Noi non andremo in tv, noi la occuperemo”.

GRILLO A NAPOLITANO, HAI INFRANTO L’ETICA NON LA LEGGE – “Napolitano, fatti in esame di coscienza, andavi da Roma a Bruxelles con un volo da 66 euro e te ne facevi rimborsare 800, non hai infranto la legge, ma l’etica si”.

“Sempre a dire che i grillini – aveva prima detto Grillo – sanno solo dire di no, noi da quando siamo in Parlamento abbiamo fatto le leggi ma la stampa non lo dice, ci hanno copiato il programma e poi volevano i voti dei nostri parlamentari per raggiungere il quorum. Se volevano mandare a a casa Berlusconi, dovevano votare Rodotà e Prodi, invece, hanno fatto altre scelte, eleggendo Napolitano che ormai solo vigila. Sono accusato di vilipendio perché lui, mentre si raddoppiava la carriera, ha dato mandato alla Cancellieri di andare a casa di 21 giovani per avere detto cose sgradevoli al presidente della Repubblica”.

STATO MANDA FINANZA IN B&B E LASCIA 21 MLD MPS – “Lo Stato non sa più dove prendere i soldi e specula sulla povera gente, siamo dalla parte dei cittadini che vogliono togliere le macchinette del gioco d’azzardo dai centri commerciali. E’ uno Stato che crea ansia, che ricatta e che manda la Guardia di Finanza a controllare i bed and breakfast mentre si fa scappare 21 miliardi dal Monte dei Paschi di Siena“.

PAESE STA ESPLODENDO SIAMO NELLE MACERIE – “Questo Paese sta esplodendo, è finito dal punto di vista economico e politico: siamo nelle macerie”. Il leader del M5s è tornato ad attaccare i giornalisti, il Pd di avere voluto l’accordo col Pdl, a definire il presidente del Consiglio, Enrico Letta, “uno che per 20 anni è stato lì, a 10mila euro al mese, al fare il nipote di suo zio” Gianni. Grillo sta parlando davanti ad una platea di centinaia di persone. (ANSA)