FUSIONI: SI’ CONDIZIONATO ALL’UNIONE SEAT-TIN.IT

27 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La fusione tra Seat e Tin.it, divisione Internet di Telecom, si può fare: questa sera l’Antitrust ha dato il via libera all’operazione. Ma sia Seat che Telecom devono assumersi alcuni impegni. Vediamoli in dettaglio.

a) Cessione della partecipazione azionaria del 66% detenuta da Seat in Mc-Link;

b) Cessione dell’intera partecipazione detenuta da Telecom nella società Exite Italia;

c) Impegno a fornire, a partire dal primo settembre 2000, gratuitamente online a tutti i soggetti interessati che operano sui mercati rilevanti, il database contenente i dati
sugli abbonati al servizio telefonico, con aggiornamento ogni dieci giorni. A ciascun altro soggetto interessato il database sarà offerto a un prezzo pari a un milione 500 mila lire;

d) Impegno a mettere a gara la raccolta pubblicitaria per le Pagine Bianche (elenchi telefonici) a partire dal primo gennaio 2008;

e) Impegno a non porre in essere pratiche che
possano comportare forme di chiusura della rete di distribuzione Buffetti, che dovrà dunque commercializzare anche prodotti di operatori concorrenti con quelli del Gruppo Telecom. Al riguardo, l’Antitrust ha anche prescritto l’obbligo per Telecom e Seat di mantenere
separate le proprie strutture di vendita e i relativi marchi per un periodo di tre anni.

“Gli impegni assunti per consentire la positiva conclusione dell’esame Antitrust – fanno sapere in un comunicato congiunto Seat e Telecom – lasciano immutato il disegno strategico alla base della creazione di un nuovo protagonista di un
settore industriale in forte espansione e cruciale per lo sviluppo economico del Paese”.