Fineco, nel mese di marzo raccolta netta per 1,2 miliardi di euro

7 Aprile 2021, di Lorenzo Manusardi

Ancora conferme di grandi risultati per Fineco Bank nel mese di marzo, a chiudere il primo trimestre del 2021. Tuti i dati di raccolta sono orientati verso nuovi record.
Questi i numeri:
• Raccolta nel mese di marzo pari a € 1,2 miliardi. Gestito € 713 milioni
• Raccolta netta da inizio anno € 3,3 miliardi. Gestito € 1,9 miliardi
• FAM: raccolta retail € 355 milioni, masse a fine marzo pari a € 17,9 miliardi
• Ricavi stimati brokerage nel mese di marzo a € 24 milioni

Nel dettaglio questi numeri dicono un +13% di raccolta rispetto un anno fa, risultato che chiude il primo trimestre a oltre € 3,3 miliardi, un dato ottenuto senza fare ricorso a politiche commerciali di breve periodo che conferma una crescita di nuova dimensione per Fineco.

L’asset mix vede un notevole contributo della componente gestita, con € 713 milioni nel mese (rispetto a € -791 milioni di marzo 2020) e € 1,9 miliardi nel primo trimestre che rappresenta il 57% della raccolta complessiva. Nel mese di marzo la componente amministrata si è attestata a € 359 milioni, mentre la raccolta diretta è stata pari a € 80 milioni.
La strutturale accelerazione del brokerage, sostenuta dalla rivisitazione dell’offerta e dall’ampliamento della base di clienti attivi sulla piattaforma, viene confermata nel mese di marzo da ricavi stimati a circa € 24 milioni (-21% rispetto al record storico di un anno fa) ma con una forte componente degli ordini eseguiti sui mercati esteri. I ricavi stimati da inizio anno sono pari a circa € 65 milioni, proiettando un trimestre record nonostante non si siano replicati i picchi di volatilità dello scorso anno.

Alessandro Foti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fineco, dichiara: “Anche il mese di marzo ha visto una raccolta molto solida, confermando la capacità della banca e dei nostri consulenti di affiancare i clienti e di rispondere concretamente alle loro esigenze di investimento. In particolare, la forte crescita della componente gestita e la contemporanea riduzione di quella diretta nel primo trimestre confermano l’efficacia delle iniziative messe in campo per indirizzare la liquidità verso soluzioni evolute, efficienti e di qualità. I risultati del brokerage, con i ricavi che si mantengono sui livelli già elevati dello scorso anno, confermano da parte dei clienti un approccio più orientato a obiettivi di medio- lungo termine e meno influenzato dalla volatilità sui mercati”.

Cresce anche la fidelizzazione della clientela

Nel mese di marzo sono stati acquisiti 12.851 nuovi clienti (+95% a/a), confermando un trend di decisa accelerazione e un contestuale aumento dei total financial asset relativi ai nuovi conti aperti dopo l’introduzione dello smart repricing nel 2020. Nel primo trimestre del 2021 i nuovi clienti sono stati 39.204, il 76% in più rispetto a quelli acquisiti nello stesso periodo del 2020. Il numero dei clienti totali al 31 marzo 2021 è così salito a 1.390.054.
La clientela si è dimostrata particolarmente interessata a Fineco Asset Management (FAM), che in marzo ha registrato € 355,4 milioni di raccolta retail, con un’attenzione particolare per la famiglia Fam Series. Al 31 marzo 2021 FAM gestiva infatti masse per € 17,9 miliardi: € 11,5 miliardi nella componente retail (+50% a/a) e € 6,4 miliardi in quella istituzionale (+35% a/a).

Al 31 marzo il Patrimonio totale ha superato quota € 97,1 miliardi, con una crescita del 28% rispetto a marzo 2020. In particolare, le masse nel Private Banking sono salite a € 41,8 miliardi, con una crescita del 45% rispetto a € 28,8 miliardi di marzo 2020.
Infine i Guided Products & Services registrano € 664 milioni di raccolta a marzo, rispetto a € – 448 milioni nel mese di marzo 2020. L’incidenza rispetto al totale AuM è salita al 74% rispetto al 72% di un anno fa.