Fineco: da inizio anno raccolta netta sfonda i 9 miliardi

6 Dicembre 2021, di Mariangela Tessa

Nel mese di novembre la raccolta netta di Finecobank è stata positiva per 479 milioni. Un valore che porta a 9,2 miliardi di euro il saldo da inizio anno. A novembre 2020 la raccolta netta era stata positiva per 610,7 milioni e il cumulato degli undici mesi per 7,7 miliardi.

‘Il mese di novembre registra ancora una volta dati di raccolta molto solidi, che evidenziano l’elevata qualità del mix di nuovi flussi in particolare per quanto riguarda la componente gestita – ha detto Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di Fineco – Si tratta di un’ulteriore conferma della capacità di Fineco di rispondere alla crescente esigenza di una gestione professionale del risparmio, tramite una rete di consulenza che si affianca a una piattaforma tecnologica che permette un’interazione con il mercato in tempo reale. I dati evidenziano inoltre una forte accelerazione della raccolta da parte di Fineco Asset Management che, grazie alle nuove soluzioni evolute e innovative, riesce a intercettare qualsiasi richiesta, anche la più sofisticata’.

Vola la componente gestita

Tornando ai dati di novembre 2021, la componente gestita raggiunge infatti € 558 milioni (€ 6,5 miliardi da inizio anno, +84% annuale), superando l’intera raccolta netta. Contemporaneamente, la componente diretta registra una rilevante contrazione a € – 430 milioni, portando il totale da inizio anno a € 846 milioni (-53% a/a).

Come rivela una nota del gruppo, il dato mostra una conversione in atto della liquidità verso la componente gestita. Un’evidenza confermata anche dalle maggiori imposte pagate nel mese di novembre (454 milioni, +24%) e dal dato della componente amministrata (351 milioni) che beneficia del maggiore utilizzo del brokerage con finalità di investimento.

I ricavi del brokerage sono stimati per il mese di novembre a circa € 21 milioni, in linea con un anno fa, a fronte di una volatilità di mercato che nonostante la recente ripresa è stata inferiore rispetto a novembre 2020. Il confronto con la media dei ricavi tra il 2017 e il 2019, quando la volatilità era paragonabile ai livelli attuali, mostra una crescita intorno all’83%, grazie all’ampliamento della base di clienti attivi e alla continua innovazione dell’offerta. Da inizio anno i ricavi del brokerage sono stimati in circa € 198 milioni (-8% annuo).

Fineco Asset Management nel mese di novembre ha registrato 295 milioni di raccolta retail, con un forte interesse della clientela in particolare per la famiglia FAM Target che permette di investire gradualmente sui mercati azionari. Al 30 novembre 2021 FAM gestiva masse per 23 miliardi di euro.

Il patrimonio totale si è attestato a 105,8 miliardi, con una crescita del 18% rispetto a novembre 2020.

Mariangela Tessa | Wall Street Italia