EURO STABILE SUI MERCATI A FINE MATTINATA

29 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

A fine mattinata l’euro si presenta stabile dopo un’apertura ancora molto debole e un certo rinvigorimento seguito agli interventi sul mercato (non confermati) da perte della Bce, Banca centrale europea, e della Bundesbank, Banca centrale tedesca.

La moneta unica passa di mano intorno a 0,98 dollari; in rafforzamento sullo yen a 107,15 (dopo un massimo sopra 108) dai 106,3 dell’avvio. Lo yen, che risente dei pallidi risultati economici, perde terreno anche contro il dollaro, scambiato appena sotto quota 110.

L’euro vale, cambio fisso definito il primo gennaio ’99, 1936,27 lire. Gli operatori guardano con attenzione ai dati sull’inflazione in Eurolandia, che a gennaio è risultata in crescita, e alla situazione politica in Austria: dopo le dimissioni, ieri sera, di Joerg Haider dalla guida del Partito liberale (Fpoe, Estrema destra), poco fa si è dimesso anche il ministro della Giustizia austriaco Michael Krueger (anch’egli del Fpoe).