ELETTRICITA’: PARTE LA VENDITA DELLE CENTRALI ENEL

30 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La liberalizzazione del settore elettrico italiano incomincia a diventare realtà.

Un primo passo è stato compiuto con la scelta di Enel degli advisor per la vendita delle sue centrali. Si tratta di Credit Suisse First Boston, Lehman Brother e Merril Lynch.

Le aziende che saranno cdute sono Eurogen, Elettrogen e Interpower.

Nel complesso la dismissione delle tre centrali dovrebbe fruttare a Enel 15 mila miliardi di lire.

La prima centrale dovrà essere venduta, come deciso dal Governo, in tempi rapidi, le altre due entro il 30 giugno del 2001.

Nel 1999 la società elettrica ha controllato il 71% del mercato, nel 2003 – secondo il decreto Bersani – nessuna azienda potrà produrre o importare più del 50% del fabbisogno nazionale.

Eurogen produce oggi 7008 megawatt e impiega 2000 dipendenti.

Elettrogen produce 5438 megawatt con 1700 lavoratori.

Interpower ha 1100 dipendenti e produce 2611 megawatt.

Enel dovrà cedere centrali per una potenza pari a 15.000 magawatt, quindi non è esclusa la vendita di altre centrali entro il 2003.