Effetto Papa Francesco: numero uno dello Ior se ne va

2 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Le voci di un piano di rottamazione in seno allo Ior hanno spinto Ernst von Freyberg, presidente della travagliata banca del Vaticano, a dimettersi.

Uno dei media italiani che fa ancora reportage e inchieste, L’Espresso, aveva riportato la scorsa settimana che Von Freyberg avrebbe rassegnato le dimissioni per via di un presunto scontro intestino all’istituto.

Il settimanale citava documenti interni al Vaticano. Qualche mese fa Papa Francesco ha annunciato un maxi piano per rinnovare l’istituto e aumentare la trasperenza, facilitando l’accesso a informazioni sulle banca.

Von Freyberg, un manager e avvocato tedesco, è stato nominato alla testa della banca a febbraio 2013, in una delle decisioni più importanti prese da Papa Benedetto prima che rinunciasse all’incarico di Pontefice.

Da allora la sua nomina è stata vista come un “tappabuchi dopo gli scandali in cui la banca è stata travolta durante gli ultimi anni del papato di Benedetto”.

La fonte ha riferito che “Freyberg è stato chiamato per ripulire il caos e ora c’è bisogno di qualcosa di diverso, più stabile”, ha riferito una fonte al Boston Globe.