DOW JONES IN CALO 15% DAI MASSIMI DI GENNAIO

7 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

(notizia in fase di scrittura)

L’avvertimento della Procter & Gamble sul calo dei propri utili continua a pesare sulla borsa. Il Dow e’ in correzione tecnica del 15%, l’indice S&P 500 perde mezzo punto percentuale, mentre il Nasdaq continua a salire e si attesta appena sotto quota 5000.

Il settore delle biotecnologie, questa mattina, e’ il peggiore sul listino Nasdaq. La maggior parte dei titoli legati al comparto sono in perdita. Immunex Corp. (IMNX) perde il 2,4%, mentre Biogen Inc. (BGEN) perde piu’ del 3%.

Per quanto rigurada il settore tecnologico, nel corso della conferenza su Internet organizzata ieri da Paine Webber, Richard Braddock, chairman e CEO di Priceline.com, ha annunciato che gli introiti per il primo trimestre saranno maggiori delle aspettative visto che la societa’ prevede di riuscire a generare 1 miliardi di dollari in entrate grazie ai servizi di e-commerce che questa offre. Sul mercato Nasdaq il titolo e’ in forte perdita (-8,87%).

Ottime notizie anche a seguito della conferenza sul settore dei semiconduttori organizzata da Morgan Stanley. La maggior parte delle societa’ presenti hanno offerto prospettive piu’ che entusiasmanti, mentre la banca d’affari si aspetta una crescita del 25-30% negli introiti generati dal settore nel corso di quest’anno.

Lattice Semiconductor (LSCC), una delle societa’ presenti alla conferenza, prevede una crescita degli introiti derivanti dai dispositivi di programmazione del 12-14% nel primo trimestre. Morgan Stanley, questa mattina, ne ha aumentato il prezzo target sui 12 mesi a 130 dollari per azione. Il titolo e’ in rialzo di quasi il 2% e continua a crescere.

Nextel Communications (NXTL) e’ sotto gli occhi degli investitori dopo che Credit Suisse First Boston ne ha innalzato il rating a “Strong Buy”. Il titolo e’ in crescita di piu’ del 3%.