Deutsche Bank: il responsabile Sud e Ovest Europa Wm è Roberto Parazzini

25 Marzo 2019, di Fabrizio Guidoni

Deutsche Bank nomina Roberto Parazzini market head Southern & Western Europe del Wealth Management, la divisione della banca specializzata nella gestione dei grandi patrimoni. Come spiega un comunicato della società, Parazzini va così ad occuparsi delle attività di Wealth Management di Italia, Spagna, Portogallo, Francia e Belgio, a diretto riporto del responsabile europeo Claudio de Sanctis. Nel suo nuovo ruolo, Parazzini entra inoltre a far parte, insieme agli altri cinque market head WM, dell’Executive Committee Europa, la struttura di coordinamento nata nell’ambito della recente riorganizzazione delle attività territoriali e del Leadership Team del Wealth Management di Deutsche Bank nel Vecchio Continente.

Parazzini, 45 anni, già responsabile del Wealth Management per il Sud Europa dal 2016, è membro del consiglio di gestione di Deutsche Bank Spa. Entrato nel gruppo nel 1999, dal 2011 al 2015 è stato chief operating officer di Deutsche Bank per l’Italia.

“Sono molto soddisfatto di questo nuovo incarico e delle nuove responsabilità che mi sono state affidate – ha commentato Roberto Parazzini – Questo ruolo mi permetterà di rafforzare le sinergie già in essere nell’ambito del gruppo, coordinando il lavoro di un team di eccellenti professionisti in cinque Paesi, per fare del Wealth Management di Deutsche Bank il principale punto di riferimento per imprenditori e famiglie che cercano un partner internazionale per la gestione dei loro patrimoni e contribuire all’obiettivo comune di crescita nel mercato europeo e nel mondo“.

Il Wealth Management fa parte della divisione Private & Commercial Bank di Deutsche Bank e offre soluzioni finanziarie su misura ai clienti privati ed istituzionali di standing elevato, attraverso un approccio integrato alla gestione del patrimonio e un servizio personalizzato e completo di consulenza fiscale e successoria. Dopo la Germania, l’Italia rappresenta per il gruppo il suo secondo mercato europeo.