Confondere gli analisti con i maghi ?

22 Giugno 2016, di Simone Rubessi

La maggior parte delle persone che si affacciamo al mondo della borsa spesso non hanno cognizione di ciò che stanno facendo, non mi stancherò mai di dirlo.

Ed ancor peggio è,  che questo stato di incompetenza lo mantengono nel tempo,  restando in un ambiente dove pochi riescono a guadagnare con la vana illusione di poter fare soldi.

Dopo diversi tentativi che si traducono in perdite più o meno consistenti , nasce  l’evidenza di non riuscire a guadagnare ed allora inizia la  vana ricerca di un Analista , od esperto, che possa aiutarli con previsioni “certe” ed infallibili.

Ossia qualcuno che dica loro indirettamente cosa acquistare o vendere e  dove investire senza sbagliare mai. Ovvio è che questa speranza nasce dall’illusione,  e dalla necessità,  di potersi rifare dei soldi persi.

Ma un Analista altro non fa che delle analisi  da cui nascono delle previsioni “future” ed in quanto tali mai certe, per le certezze future bisogna rivolgersi a Maghi ed anche  “bravi”.

Non  esistono, Analisti o Trader esperti che indovinano  sempre , nella migliore delle ipotesi riescono ad essere corretti nelle previsioni, o nella loro operatività sui mercati, il 55/60% delle volte (pochi eletti arrivano ad indovinare il 70% delle previsioni o delle operazioni di borsa).

Questi risultati sono “eccezionali” se tradotti in operatività con un adeguato Money Management , chi se ne intende un po’ sa perfettamente che è sufficiente indovinare il 40% delle proprie previsioni per riuscire a guadagnare bene.

Chi sostiene quindi di fare previsioni sempre corrette o di non sbagliare mai la propria operatività, o i propri investimenti, non può che  essere un bugiardo.

In sostanza piuttosto che ricercare Analisti infallibili che indovinino il futuro, possibilmente senza sbagliare, sarebbe meglio imparare:

  • come gestire con adeguatezza il proprio capitale
  • come calcolare quanti soldi investire in ogni singola operazione di borsa,  o investimento, in relazione alle probabilità di successo della previsione
  • come calcolare il massimo rischio sopportabile
  • come calcolare il profitto probabile
  • che ritorno sul rischio accettare

ed ancora imparare  ed accettare di perdere più volte di quante volte  si vince. Questo aspetto è il più complicato da gestire , in quanto viene condizionato enormemente dall’Ego che ognuno ha dentro di se.

Il trucco per vincere in borsa non è solo “tagliare le perdite e massimizzare i profitti”, comportamento corretto  ma inderogabilmente conseguenziale ad uno stato d’animo che permette di “accettare perdite calcolate e puntare a profitti adeguati”.

Adeguati a cosa?   Leggendo nuovamente l’articolo attentamente si potrà  trovare la risposta.

Il future Italiano sul ciclo Intermestrale  è  giunto ad un bivio, la rottura della trend line che sta facendo da resistenza  definirebbe l’inizio del nuovo ciclo Intermestrale,  in conformazione rialzista.

Diversamente possibile una discesa dei prezzi fino ad area 16900 come primo target sull’attuale ciclo Esaritmico in corso , che porterebbe alla conclusione  del  ciclo Intermestrale come evidenziato in figura.

Sul breve periodo il Dna del future è favorevole alla seconda versione , ossia rintracciamento fino al giorno 24/25  Giugno, in concomitanza all’esito del  referendum Inglese (probabilità di correttezza della previsione 60%), poi nuovamente rialzo.

In pratica nonostante i sondaggi diano già per scontata la rimanenza dell’ Inghilterra in area Euro, il mercato dovrebbe scendere moderatamente, o lateralizzare,  in attesa di certezze.