CAMBI: EURO STABILE SUL DOLLARO A 1964,36 LIRE

21 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’euro si mantiene sostanzialmente stabile, infatti, secondo le quotazioni indicative di Bankitalia, la moneta unica si è attestata nei confronti del dollaro sugli stessi livelli di
venerdì scorso (0,9857), ovvero 1964,36 lire.

Euro in leggero rialzo sullo yen (a quota 109,73).

Giornata nera, intanto, per la moneta giapponese: nel giorno in cui i mercati americani restano chiusi per il President’s Day holiday, lo yen ha fatto registare nei confronti del biglietto verde il livello più basso degli ultimi sei mesi, toccando quota 111,40 dollari.

Pesano sull’andamento della divisa asiatica le aspettative degli analisti, che prevedono per i prossimi mesi un’accentuazione del ‘gap’ tra i
tassi di interesse giapponesi e quelli statunitensi ed europei.

Da parte sua il viceministro delle Finanze nipponico, Nobuaki Usui, ha ribadito che il governo di Tokyo proseguirà ad assicurare il suo appoggio alla politica della Banca del Giappone, tesa a mantenere i tassi di interesse vicino allo zero.

Di contro, è molto probabile (lo si evince anche dalle recenti parole di Greenspan) che la Federal Reserve alzerà nuovamente i tassi nel mese di marzo, per prevenire impennate inflattive: sarebbe la quarta volta dal giugno del ’99.

Difficile, comunque, pensare che il dollaro per il momento freni la sua corsa, visto l’ottimo andamento dell’economia statunitense.