Brunello Cucinelli. Storie di cashmere

11 Febbraio 2021, di Elisa Copeta

Un nuovo progetto di Brunello Cucinelli racconta i capi più classici e distintivi che hanno contribuito ad accrescere la fama dell’azienda di Solomeo

A cura di Francesca Gastaldi

Si chiama Neverending stories il progetto lanciato da Brunello Cucinelli per raccontare i capi che hanno contribuito negli anni ad accrescere la fama dell’azienda di Solomeo. Protagoniste della collezione sono maglie in cashmere tinte nei colori della natura: capi pensati per essere indossati, ma anche conservati, custoditi e tramandati di generazione in generazione. Proprio come una storia senza fine.

Brunello Cucinelli, una storia di cashemere

Il cashmere è indissolubilmente legato alla figura di Brunello Cucinelli che, nel 1978, decise di scommettere su questa preziosa fibra originaria delle antiche comunità di pastori dell’Asia centrale e amata nei secoli da mercanti, principi e imperatori. Sin dal principio, la filosofia di Cucinelli ha unito l’ispirazione legata alla lettura dei grandi classici alla ricerca di qualità basata sull’equilibrio tra creatività e tradizione: gli ideali dei grandi maestri sono stati infusi in capi distintivi e classici, che trascendono il concetto di stagione. Neverending stories è dunque la celebrazione più autentica di una tradizione che ha saputo esprimere, stagione dopo stagione, i valori del brand rendendolo famoso in tutto il mondo.

L’articolo integrale è stato pubblicato sul numero di gennaio 2021 del magazine Wall Street Italia.