BORSE UE: CHIUSURE TUTTE IN PROFONDO ROSSO

28 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le principali Piazze europee accentuano la debolezza sul finale di seduta, sulla scia delle flessioni del Nasdaq, sceso sotto i 3700 punti. Le vendite si sono accanite soprattutto sul settore delle tlc (-4,7% l’indice Eurostoxx di settore), male anche media e high tech.

Parigi segna la flessione piu’ consistente con il Cac a -1,68% a 6.402 punti. France Telecom cede il 5,54%, Bouygues il 3,63%, Renault il 5,11% e Alcatel il 3,91%. Male anche Stmicroelectronics a -3,75%.

Francoforte chiude a -0,98% a 7.112 punti. Pesanti le tlc con Deutsche Telekom a -3,73%. Bene il settore auto: Volkswagen a +3,78% e DaimlerChrysler a +1,78%.

Londra è la meno peggio con l’indice Ftse a -0,25% a 6.336 punti. In rosso Cable & Wireless (-1,85%), Colt Telecom (-6,45%) e Vodafone (-3,86%). Galleggia British Telecom a +0,23%. Male anche l’editoria con BSkyB a -3,05% e i tecnologici con Logica a -3,03%.

Nel resto d’Europa in rialzo solo Zurigo a +0,07%, mentre Madrid perde l’1,57% e Amsterdam l’1,25%.