BORSE UE: CHIUSURE NEGATIVE DIETRO NOKIA E NASDAQ

27 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Una pesante ondata di vendite sui titoli tecnologici, innescata dal tonfo del 21% di Nokia a Helsinki, ha colpito le principali piazze europee che hanno chiuso in generale ribasso, fatta eccezione per Parigi. La successiva flessione del 3% del Nasdaq ha peggiorato il clima.

Sulla Piazza francese (+0,29% a 6.511 punti) è stato importatnte il contributo offerto dal rialzo di Alcatel (+3,87%) che oggi ha presentato una semestrale con utili in rialzo del 43%. Denaro anche per Cap Gemini +2,50% e Danone +3,50%. La flessione dei telefonici ha colpito anche France Telecom che si ferma a -0,85%. In forte ribasso, seguendo la linea del comparto, Stmicroelectronics che chiude a -6,76%.

Londra si ferma a -0,55% a 6.352 punti. Giù British Telecom -0,35%, Cable & Wireless -2,30% e Vodafone del 4,11%. Male i tecnologici: CellTech -6,08% e Freeserve -2,82%.

A Francoforte il Dax ha perso l’1,72% a 7.176 punti. Duetsche Telekom cede l’1%, ma va male tutto il comparto auto con Volkswagen a -1,21%. In ribasso Siemens (-2,17%) e Sap a -1,67%.

Tra le altre piazze europee rosso per Amsterdam (-1,23%), per Madrid (-0,17%) e per Zurigo (-0,16%).