BORSE UE: CHIUSURE NEGATIVE, CROLLA PARIGI

3 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le Borse europee accusano la nuova ondata di vendite che, a partire dai mercati azionari Usa, ha colpito soprattutto i titoli tecnologici e in misura inferiore i telefonici.

Parigi si e’ fermata con il Cac in calo del 2,68% a 6.354 punti. Ribasso del 6,58% per Alcatel, e del 6,85% per Stmicroelectronics. Correggono anche i telefonici: Bouygues -5,79%, Equant -7,12% e France Telecom -1,79%. Tra gli editoriali Canal + perde il 4,89%.

Il Dax di Francoforte lascia sul campo l’1,55% a 7.001 punti. Male gli high-tech: Siemens a -5,72%, Sap -5,38% ed Epcsos -10,50%. Deutsche Telekom perde l’1,90%.

A Londra il listino chiude a 6.317 punti (-1,16%). Tra i telefonici cade Cable & Wireless (-5,13%), Vodafone perde il 2,5% e Bt l’1,50%. Venduti i tecnologici: Freeserve -5,88%, Marconi -5,36%. Infine da segnalare il calo del 4,31% delle Reuters.

Tra le altre Borse europee Madrid perde lo 0,9%, Zurigo lo 0,17% e Amsterdam l’1,36%.