BORSE EUROPEE: LIEVE RIPRESA, MA ANCORA IN ROSSO

21 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

A poco meno di tre ore dalla chiusura delle contrattazioni, le borse europee stentano a ritrovare il campo positivo.

Nell’ultima ora le perdite sono state ridotte da tutte le Piazze.

Francoforte è quella che si difende meglio. L’indice Dax ha perso 47,68 punti protandosi a 7.526,10 punti (-0,63%).

In Germania continuano a tirare i titoli Bmw (+5,4%), e Deutsche Bank (+4,81%).

Pesanti perdite per Adidas-Salomon (-5,28%) e per Deutsche Telekom a -2,69%.

A Parigi il Cac 40 dopo aver superato i due punti percentuali di perdita si è portata a -1,86%.

In caduta Canal Plus, Lagardere, Vivendi e Credit Lyonnais. Toccati dalle vendite, insomma, tutti i settori.

A Londra invece, vanno bene gli energetici e la British Telecom a +4,71%.

L’indice Ftse-100, comunque, segna un -1,86% a 6.050,30 punti.

A portare giu il listino, oltre il solito Orange, le azioni del magnate Rupet Murdoch con B Sky B che lascia sul campo l’11,39%.

Male anche il titolo Emi Group a -6,59%.