BORSE EUROPEE: CHIUSURE TUTTE COL SEGNO MENO

22 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il calo dei mercati americani e la vendita generalizzata sul comparto delle telecomunicazioni hanno affossato i listini del Vecchio Continente. Dal rosso si salva solo Madrid con l’Ibex a +1,50%.

La piazza peggiore è stata invece Francoforte con il Dax a -0,88% a 7.037 punti. Ha ceduto in modo pesante Epcos a -5,03%, male anche Adidas-Salomon a -2,31%, i bancari Dresdner -2,73% e Commerz a -1,16% e la Metro a -2,70%.

A Londra (Ftse a -0,66% a 6.434 punti) cadono del 4,68% le British Telecom, e dell’8% le Telewest Communication. In rialzo Cable & Wireless (+1,71%) e le Carlton Group a +2,72%.

In leggero ribasso anche Parigi con Totalfina, Vivendi e Canal Plus in forte rialzo, mentre cedono le Danone (-4,30%), le Cap Gemini (-4,71%) e le Stmicroelectronics (-3,23%).

Nel resto d’Europa cedono le piazze di Amsetrdam (-0,11%) e quella di Zurigo (-1,23%).