BORSE ASIATICHE: GIORNATA NERA PER TOKIO

28 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Borsa di Tokio ha perso il 2,1%, ed è scesa sotto la soglia psicologica dei 16000 punti per la prima volta dallo scorso maggio.

Gli investitori esteri hanno venduto a mani basse specialmente titoli high-tech e blue chip, influenzati dalle perdite del Nasdaq di ieri a New York e dal clima di incertezza che permane in Giappone sulla situazione economica.

Tra le altre Piazze asiatiche, pesante anche Hong Kong: -1,89% per l’indice Hang Seng a metà seduta. Gli analisti ritengono che ben presto il listino della ex colonia britannica potrebbe ritrovarsi ben presto a testare il livello di supporto a 17.000 punti.