BORSA: SPRINT PER IL LISTINO CON FIAT E TELEFONICI

25 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Borsa di Milano mostra tutto il suo sprint e guadagna l’1,77% a 33.171 punti. Il Fib marzo torna sopra i 49.000.

Fiat e telefonici tirano la volata. Senza freni le Olivetti risp e priv, dopo la decisione del Consiglio di amministrazione di ieri sulla conversione: i titoli segnano progressi di oltre il 20%. Anche le ordinarie ben scambiate a +2,40%.

Bene Tecnost, Telecom, Tim. In denaro Tiscali dopo il nuovo annuncio (l’acquisto della tedesca Nikoma).

Fiat ha il suo ruolo in una giornata positiva come questa. Guadagna il 2,48%, con il mercato che scommette su accordi internazionali sull’auto (oggi comunque il Gruppo torinese ha annunciato che parteciperà alla gara per la sud-coreana Daewoo). Eni a +1,35%, Immobiliare Metanopoli +3,31% dopo l’offerta di Beni Stabili (sospese per eccesso di rialzo).

Hdp +8,04% nonostante le smentite di un accordo con Telecom; Finmeccanica +3,94% dopo i dati 99, Finmatica +9,37%. Bene le banche, con Bnl che prende il 5,96%.