BORSA MILANO: CHIUSURA BOOM E RECORD (+3,02%)

25 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari infrange tutti i record e tocca nuovi massimi durante la seduta e in chiusura.

Nel finale la Borsa ha allungato il passo per un flusso di acquisti che, dai titoli tecnologici, si è esteso a tutto il listino e il Mibtel, dopo aver toccato il picco di 33.601, ha concluso sul livello, mai raggiunto prima, di 33.577 punti
(+3,02%).

Doppietta di record anche per il Mib30. L’indice dei trenta titoli principali ha guadagnato il 3,2% a 49.590 dopo un massimo infraday a quota 49.666.

Regine del listino sono state le azioni Finmatica in progresso del 24,51%, le Immsi che hanno chiuso a +19,88% e le Popolare di Novara che in chiusura segnavano un incremento dell’11,17%.

Discorso a parte per il comparto delle Olivetti che sono state investite da un’enorme quantità di acquisti. In attesa della conversione delle azioni ordinarie le privilegiate hanno guadagnato il 25,09% e le rispartmio non convertibili il 24,01%.

Tra i bancari hanno corso molto bene anche le azioni della Intesa rnc a +4,45%, le Banca Lombardia a +7,57% e le San Paolo a +4,12%.

Denaro anche sui telefonici e i tecnologici: Tiscali a +6,16% dopo l’ultima acquisizione in Germania; Telecom a +2,46%; Tim +4,22%.

Ritorna la liquidità sugli editoriali ed in particolare su Seat che fa un balzo del 5,78%. Denaro anche su Mondadori a +4,44%, e Class Editori a +2,65%.

In rialzo gli energetici tra cui spicca il salto il titolo Enel a +5,95%. Modesto guadagno anche per le Eni a +1,27%, mentre le Erg prendono il 4,77%.

Le Hdp in salita tutto il giorno chiudono a +8,53%.

Infine le Fiat dopo un guadagno che sfiorava il 4% nel durante, chiudono a +2,6%.