BORSA: IL TORO RALLENTA UN PO’, OCCHI SU SEAT

1 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Mibtel è a quota 34.156 (+0,96%); il Fib marzo ancora sopra i 50.000 punti.

In questa fase il listino è in leggero ripiegamento, e con esso alcuni titoli. E’ il caso di alcuni bancari e, per esempio, di Seat Pagine Gialle, che guardano al Consiglio di amministrazione della Telecom, in corso, e che perdono il 2,31%, mentre Telecom continuano a crescere (+3,31%) come gli altri telefonici. Tiscali guadagna l’1,45%.

Fiat sale (+1,80%), sulla scia di un ritorno di fiamma delle ipotesi di accordi, oltre che di previsioni positive per il mercato dell’auto. Buone anche Ifi e Ifil (+3,71%). In denaro Enel ed Eni, queste ultime scambiate a +2,83%.

Inversione di tendenza su Hdp (-3,22%), mentre continuano a salire Gemina,

Tra i bancari, Popolare Lodi è sospesa per eccesso di rialzo sulle indiscrezioni, ufficialmente smentite, di trattative con e.Biscom. Unicredit sale del 3,16% e Comit del 2,67%. Continua, per il terzo giorno consecutivo, la corsa di Beni Stabili (+7%) che, secondo voci non confermate potrebbe essere oggetto di un’opa (offerta pubblica di acquisto) da parte di Milano Centrale. Pirelli&C sale del 3,29%.