BORSA: IL MIBTEL MOSTRA I MUSCOLI IN APERTURA

6 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari scalda bene i motori, alimentati dalle richeiste di acquisto per bancari e telefonici, e quando parte, mette a segno subito un +0,99%: per il Mibtel è un nuovo massimo storico, a 34.795 punti.

Banca di Roma è rinviata per eccesso di rialzo dopo l’annuncio, fatto venerdì scorso, dell’accordo con Telecom Italia per la creazione di una banca totalmente virtuale. Ugualmente rinviata la Popolare Commercio Industria in seguito alla notizia degli accordi con la tedesca Consors.

I titoli sono stati bloccati al termine della fase di pre-apertura dove, per esempio, Banca di Roma accusava un apprezzamento del 13,02%. Congelati per eccessivo rialzo anche i titoli Finmatica, Snai e Tecnodiffusione. Telecom apre a 19,38 euro (+1,81%; un euro vale 1936,27 lire); Tim a 14,08 (+1, 52%).

Frenano il listino solo Eni (-0,48%), Enel (-1,53%), Bnl (-1,82%), Seat (-2,19%) su cui continuano le prese di beneficio.

Buoni aumenti per Fiat, Banca Intesa, Autostrade, Edison, Pirellona, San Paolo e Unicredit.