BORSA: ACEA AL GALOPPO, SULLO SFONDO L’UMTS

20 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non c’è dubbio che oggi la stella di Piazza Affari sia Burgo, oggetto di un’offerta pubblica di acquisto che sta facendo schizzare in alto il titolo.

Ma oggi un altro valore da seguire è Acea, che si apprezza notevolmente per il secondo giorno consecutivo. Ora quota 17,58 euro (un euro vale 1936,27 lire) con un rialzo del 5,16%.

A ispirare il rialzo c’è l’intenzione della spagnola Telefonica, partner di Acea nella telefonia, di investire in modo massiccio per vincere la licenza Umts (si tratta del telefonino di terza generazione con cui si potrà anche navigare in Internet).

Sembra che nel caso si prospetti un’asta competitiva per l’assegnazione delle licenze, la joint-venture tra le due società sarà una delle potenziali candidate ad aggiudicarsi la licenza. Un’asta al rialzo implicherebbe infatti una selezione in cui sopravviverebbero solo pochi Gruppi partecipanti.

A favore del processo di rialzo, e ragionando sempre in quest’ottica, sta avendo il suo peso anche l’indiscrezione di stampa sul passaggio dell’ex amministratore delegato di Mediaset Maurizio Carlotti a Telefonica.