BORESE UE: APERTURA FIACCA

3 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Nasdaq un po’ scarso, ieri; i dati sulla disoccupazione negli Usa, oggi; tra bilanci e attese i mercati europei decidono di non sbilanciarsi e anzi, dove è possibile, di puntare a qualche realizzo.

E’ il caso di Parigi, dove alla vigilia l’indice Cac-40 aveva segnato un record assoluto e oggi non va oltre il +0,02 in apertura.

Londra è a +0,24% a quota 6.447,8 punti; a Francoforte il Dax è sostanzialmente stabile, con lievi oscillazioni appena al di sopra (+0.04%) o al di sotto (-0,11%) dello zero.

In Asia, Tokyo ha perso lo 0,7%. L’indice Nikkei adesso è sotto i 20.000 punti. Ma sulla Piazza giapponese c’è da segnalare la caduta verticale del titolo Sony, che ha lasciato sul terreno il 4%.

E questo proprio alla vigilia dell’attesissimo lancio (domani in Giappone) della Playstation2. Il calo da una parte si spiega con il ribasso del listino dell’elettronica Nasdaq ieri sera a New York; ma dall’altra, e su questo concordano diversi operatori, potrebbe essere provocato da una prima serie di realizzi dopo che negli ultimi mesi il valore del titolo si è gonfiato di quasi cinque volte proprio in attesa della commercializzazione della nuova consolle per videogiochi.

La crescita del titolo insomma, è andata di pari passo con l’attesa senza precedenti e con l’imponente campagna promozionale create intorno al prodotto. Ora, hanno pensato in molti, è tempo di realizzare. Tra l’altro, la nuova Playstation2 se la dovrà vedere con una concorrenza piuttosto agguerrita, e si mormora che anche Microsoft stia per lanciare la risposta Usa alla consolle con gli occhi a mandorla.