Bonino: “Io candidata premier di Berlusconi? Fantascienza”

26 Febbraio 2018, di Mariangela Tessa

“Io premier candidata da Silvio Berlusconi? Siamo passati dai retroscena giornalistici alla pura fantascienza. Non ne so nulla, né ho voglia di partecipare a questo gioco. Questa cosa non esiste. Piuttosto convinciamo gli italiani indecisi”.

Così ha detto Emma Bonino, in un’intervista a Radio Capital, smentendo le indiscrezione che circolano da giorni secondo cui sarebbe proprio lei la candidata premier che il leader di Forza Italia ha in mente:

“Evidentemente Berlusconi se la suona e se la canta tutta da solo”, aggiunge sconfessando anche l’ipotesi che il centrodestra la vorrebbe presidente del Senato nella prossima legislatura.

La leader di +Europa  non crede che le indiscrezioni siano state diffuse per sabotare la sua lista, partita con difficoltà, ma che ora viene accreditata quasi al 4%.

“Non credo che la crescita di +Europa nei sondaggi crei agitazione nel Pd, faccio parte della coalizione quindi bisognerebbe rallegrarsi se gli alleati vanno bene. I saldi comunque sono già finiti, e io non sono in vendita”.

In merito poi all‘ipotesi di un governo Gentiloni bis di larghe intese con Forza Italia ma senza Lega e M5 stelle, precisa:

“Ho solo detto che le larghe intese le abbiamo già avute nel governo Letta, che era composto anche da ministri berlusconiani. Io non auspico questa prospettiva, continuo a fare campagna elettorale per vincere e avere un risultato netto”.

Per quanto riguarda invece il programma economico di +Europa, basato su misure di austerità e congelamento della spesa pubblica per ridurre il debito:

“Mi hanno paragonato alla Thatcher, ma il nostro è un piano realistico che fa i conti con le finanze del Paese. Continuare sulla strada dell’indebitamento significa che prima o poi lasceremo ai vostri figli l’Italia in bancarotta”.