BOEING: DOCCIA E JACUZZI IN PRIMA CLASSE

4 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

AquaJet Appliance , una joint venture di Boeing (BA) e di un gruppo di ricercatori universitari, ha messo a punto un sistema di filtraggio acqua in grado di fornire agli aerei commerciali docce a getto continuo.

Parecchie compagnie aeree, quali Singapore Airlines e Virgin Atlantic Airways si sono mostrate interessate alla possibilita’ di offrire una tale amenita’ ai passeggeri – di prima classe e business – ma ci sono parecchi problemi che devono prima essere risolti.

Innanzitutto a livello psicologico si deve convincere i passeggeri che l’acqua, riciclata dopo ogni uso, e’ pura, e poi si deve essere certi che non si formino interminabili code di passeggeri in accappatoio in attesa del proprio turno.

AquaJet sta quindi inizialmente indirizzando il prodotto ai proprietari di jet privati e il presidente di Boeing Phil Condit ha gia’ fatto istallare la doccia sul suo nuovo 737.

Il nuovo sistema – rispetto a quello gia’ disponibile per aerei privati da parte di Boeing, Gulfstream Aerospace e Airbus Industrie, e che consuma fino a 500 litri d’acqua e pesa circa mezza tonnellata – utilizza solo 25 litri d’acqua grazie a una tecnologia di filtraggio che elimina minerali e altre impurita’ e garantisce la potabilita’ dell’acqua utilizzata attraverso la sterilizzazione a raggi ultravioletti.

Anche la nuova doccia, pero’, ha un costo superiore a $250 mila per aereo, sebbene prometta un risparmio annuo di $15 mila grazie al risparmio di carburante.

Dan Brunton, direttore operativo di AquaJet, ammette che prima che la doccia a bordo di aerei commerciali diventi realta’, si debbano raggiungere dei compromessi, primo fra tutti un sistema a tempo che stabilisca la durata massima dell’utilizzo e un sistema che disinfetti automaticamente la doccia dopo ogni uso. Rimane pero’ da studiare come proteggere la privacy dei passeggeri.

Non preoccupata delle limitazioni da superare sembra essere Virgin Atlantic, la compagnia aerea che gia’ offre massaggi e altre innovazioni ai propri passeggeri. Un portavoce ha confermato infatti che la linea britannica sta studiando un sistema per istallare sui suoi velivoli una vasca a idromassaggio.