Bill Gross (Pimco): gli Stati Uniti sono sull’orlo della recessione

17 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Gli “Stati Uniti si stanno avvicinando a un periodo di recessione, se si prendono in considerazione i dati relativi all’occupazione, alle vendite al dettaglio, agli investimenti e ai profitti delle aziende”. Parola di Bill Gross, co-fondatore di Pimco, il fondo obbligazionario numero uno al mondo.

Gross ha rilasciato la propria dichiarazione su Twitter. Intanto, come riporta Bloomberg, sia Goldman Sachs che Deutsche Bank hanno rivisto al ribasso le stime sulla crescita del prodotto interno lordo Usa, relativo al secondo trimestre.

Precisamente, gli analisti di Goldman guidati da Jan Hatzius hanno tagliato l’outlook da +1,3% a +1,1%, mentre il responsabile economista Usa del colosso tedesco, Joseph LaVorgna, ha ridotto le proprie previsioni a +1% da +1,4% precedente. A queste stime si aggiungono quelle di Esther George, presidente della Fed di Kansas City, che qualche ora prima aveva detto di ritenere che nel 2012 l’economia Usa, probabilmente, non crescerà più del +2%.

“La forte fase al ribasso che la congiuntura (americana) sta attraversando” aumenta la probabilità dell’arrivo di un altro round di quantitative easing o di altre misure espansive non convenzionali da parte della Fed – ha scritto LaVorgna – Riteniamo che avremo bisogno di assistere prima ad altri rapporti sull’occupazione con la creazione di nuovi posti di lavoro vicina allo zero e con un tasso di disoccupazione in rialzo, prima di vedere in azione la Fed”.

Grande trepidazione dunque per le parole del timoniere della Fed Ben Bernanke, che illustrerà il proprio outlook sull’economia al Congresso nella giornata di oggi e di domani.