Banchiere inglese insulta la gente povera di Singapore, esplode polemica in rete

23 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Un banchiere britannico ha scatenato una tempesta di polemiche a Singapore, dopo che su internet aveva preso di mira “la povera gente” della città.

I suoi post su Facebook, come riporta la CNBC sono i poco tempo diventati virali e hanno preso di mira diverse persone, colpendo temi delicati per la città, come il sentimento anti straniero e il crescente divario di ricchezza tra ricchi e poveri.

Tutto ha avuto inizio dopo che Anton Casey, gestore patrimoniale al Crossinvest Asia, aveva pubblicato due foto del figlio su Facebook. Una mostrava il figlio in metropolitana, ed è stata intitolata “Papà, dov’è la tua auto e chi sono tutti questi poveri?” e l’altra mostrava sempre il figlio in una Porsche d’argento con la didascalia, “Ahhhhhhhhh, di nuovo con mio figlio. Finalmente è tutto normale, soprattutto ora che mi sono tolto il puzzo del trasporto pubblico di dosso!”

Anche se Casey ha fatto delle scuse pubbliche e cancellato il suo account da Facebook, la tempesta che gli si è scatenata addosso lo ha portato a ricevere, addirittura, delle minacce di morte, scatenando anche una risposta di un ministro del governo.

In molti poi lo hanno invitato a lasciare Singapore e il datore di lavoro di Casey, in una dichiarazione, ha riferito che i suoi commenti erano da ritenersi, “di cattivo gusto” e che “verranno presi i provvedimenti opportuni”.

Il ministro degli esteri, K Shanmugan, in un post su Facebook ha scritto: “Come molti a Singapore, mi sento terribilmente sconvolto e offeso da ciò che ha pubblicato. Ritengo si tratti di qualcosa di profondamente offensivo, sbagliato e inaccettabile. Sono contento che la comunità si sia riunita per condannare ciò che ha detto, ma allo stesso tempo, spero che la cosa non degeneri in episodi contro la sua famiglia. Noi, Singapore, siamo migliori di questo.”