Banche centrali ammettono: “mercati euforici fuori dalla realtà”

30 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Su queste pagine lo abbiamo scritto e ripetuto fino allo sfinimento: i mercati finanziari euforici sono completamente distaccati dalla realtà.

Ora a dirlo è persino la Banca dei regolamenti internazionali (BIS), la più antica organizzazione finanziaria internazionale.

Le misure accomodanti straordinarie hanno distorto i prezzi di mercato. Gli effetti di un malanno post crisi che perdura vanno curati. Come? Cambiando politiche che rischiano di provocare un boom del valore degli asset insostenibile.

Con l’economia mondiale che fa fatica a scappare dall’ombra della crisi del 2007-2009, i mercati finanziari sono “estramamente euforici”, ha scritto l’istituto di Basilea.

In parte questo fenomeno è dovuto alle politiche ultra accomodanti delle banche centrali di tutto il mondo.