Banca Finnat, obiettivo 17,9 miliardi di masse nel 2020

28 Marzo 2018, di Alessandro Chiatto

Banca Finnat svela il piano industriale 2018-2020. L’istituto, infatti, stima un utile netto al 2020 pari a 6 milioni di euro e, soprattutto, una crescita delle masse a 17,9 miliardi, dai 15,7 del 2017, grazie allo sviluppo delle masse mobiliari attese a 10 miliardi (in crescita rispetto agli 8,2 della fine dello scorso anno). Sono soltanto due obiettivi del piano, che prevede anche l’incremento del numero dei private banker da 43 a 67 in tre anni, oltre a un margine d’intermediazione a 71 milioni di euro.

Per quanto riguarda il private banking, il piano prospetta inserimenti di livello medio-alto e l’inserimento di nuovi professionisti specialmente in Nord Italia. Si prevede, si legge nel comunicato, il mantenimento di una elevata solidità patrimoniale accompagnata da un profilo di rischio che rimane sostanzialmente invariato, con un Cet 1 ratio superiore al 30% al termine del periodo di piano.

L’istituto ha messo in previsione anche il pagamento di un dividendo annuale in misura pari a 0,01 euro ad azione. La realtà nell’ambito dell’evento “Star Conference 2018”, illustrerà oggi alla comunità finanziaria i risultati consolidati relativi all’intero esercizio 2017 nonché il piano industriale di gruppo 2018-2020.