AUTO: FUTURO NEGATIVO PER GM E FORD IN EUROPA

1 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

General Motors Corp. (GM) e Ford Motor Co. (F) ammettono di aver sbagliato strategia nel mercato automobilistico europeo ed intravedeno uno scenario assai lontano dagli anni passati quando le due societa’ registravano, nel vecchio continente, profitti di 1 miliardo di dollari all’anno.

Secondo quanto riportato oggi dal Wall Street Journal, i gruppi dirigenti di entranbe le societa’ si stanno impegnando per migliorare la loro immagine in un mercato ormai invaso da concorrenti e da modelli di gran lunga diversi da quelli prodotti per il pubblico americano.

Ford, che gia’ la scorsa settimana ha annunciato un buon numero di licenziamenti in uno dei suoi stabilimenti britannici, prevede in Europa un taglio dei costi di 1 miliardo di dollari all’anno per i prossimi tre-cinque anni. L’obiettivo e’ quello di migliorare la produzione ed i profitti che, l’anno scorso, sono stati di soli 28 milioni di dollari.

General Motors, dal canto suo, ha gia’ iniziato un lungo processo di revisione per il mercato europeo. L’anno scorso GM ha registrato un utile di 423 milioni di dollari e si e’ posta per quest’anno un ritorno del 5% sulle vendite.

Il titolo GM ha chiuso ieri a $76 e 1/16, in ribasso del 2,09%, mentre F ha chiuso a $41 e 5/8, in ribasso del 2,48%.