ATLANET E’ LA NUOVA NATA DA FUSIONE AGNELLI-ACEA

20 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

La società nata dall’accordo tra Fiat, Ifil e l’italo-ispanica Acea Telefonica è stata ufficialmente presentata dai Gruppi che hanno dato vita all’intesa.

La società si chiama Atlanet ed entro i prossimi 12 mesi chiederà autonomamente la quotazione in Borsa. Nasce così una nuova realtà nella telefonia fissa, che sarà partecipata al 34% da Telefonica, al 33% da Acea, mentre il rimanente 33% sarà suddiviso tra Fiat, 28%, e Ifil, 5%.

Atlanet, il cui nome suggerisce il legame tra la vecchia e la nuova economia, ha come obiettivo un fatturato di mille 600 miliardi di lire in tre anni. Nello stesso periodo di tempo saranno effettuati investimenti pari a 400 milioni di euro (un euro vale 1936,27 lire). Nel 2003, ha detto l’amministratore delegato di Acea Paolo Cuccia, ci sarà un utile elevato, di svariate decine di milioni di euro.

Nucleo centrale di Atlanet sarà Telexis (Fiat-Ifil), braccio operativo del Gruppo torinese nelle telecomunicazioni.

La nuova società si occuperà di telefonia, dati e Internet e interesserà per cominciare la città di Roma, poi Milano, Napoli e Torino.