Approvata l’Ipo, Italiaonline (ex Virgilio e Libero) sbarca in Borsa

26 Settembre 2014, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Si avvicina lo sbarco in Borsa di Italiaonline.

L’impresa specializzata nella pubblicità su Web, che fa capo al gruppo Orascom dell’egiziano Naguib Sawiris, ha annunciato di aver ottenuto da Consob il nulla osta alla pubblicazione del prospetto relativo all’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione e all’ammissione a quotazione delle azioni ordinarie di Italiaonline sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana Il via libera della Commissione segue il placet di Borsa Italiana all’ammissione alle quotazioni giunto due giorni fa.

Italiaonline, nata dalla fusione di portali italiani popolari come Virgilio e Libero, fa sapere inoltre che è stato individuata una valorizzazione indicativa del capitale economico della società, prima dell’aumento di capitale. L’intervallo di valorizzazione è compreso tra un minimo di 250 milioni di euro e un massimo di 300 milioni, pari ad un range di prezzo compreso tra 5 e 6 euro per azione.

I range comunicati, tiene a precisare l’Internet company frutto della combinazione tra Libero e Virgilio, non sono vincolanti ai fini della determinazione del prezzo dell’offerta.