Apple: 22 anni per vendere 55 milioni di Mac, 3 anni per altrettanti iPhone

15 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Una crescita esplosiva. Sono stati 22 gli anni necessari per vendere 55 milioni di Mac. Appena 3 per altrettanti iPhone. Il fatturato è così balzato da $1.4 miliardi nel 2007 a $22 miliardi l’anno scorso. Per questo la Apple deve ringraziare la forte crescita economica dei mercati emergenti, nello specifico Asia, India e Africa.

Il Ceo Tim Cook ha parlato dal podio della Goldman Sachs Technology Conference.

“Il prodotto (iPhone) è incredibile. La velocità di innovazione pure. Ma è tutto l’ecosistema a funzionare. Ci sono circa 170.000 applicazioni ottimizzate per l’iPad. La ragione per un numero così vasto è, secondo me, dovuta al fatto che l’iPad è stato un processo fianco a fianco con i prodotti precedenti. L’App Store era già attiva. Le persone erano familiari all’iPhone e all’utilizzo del multi-touch. È sorprendente come il prodotto sia riuscito ad attrarre un numero così vasto di persone. Anche mia madre ne usa uno”.

Una serie di obiettivi raggiunti tramite l’innovazione. “Molti di noi alla Apple pensavano che il mercato dei tablet avrebbe superato anche quello dei PC. È stata solo una questione di tempo. Assistiamo a un ritmo incredibile delle innovazioni. Se oggi si fosse discusso sulla migliore app per il computer dei nostri giorni, la sala sarebbe stata praticamente vuota. L’innovazione è qui (tablet). Mi piace anche il Mac, e credo che il prodotto possa crescere, ma credo anche che i tablet sorpasseranno le vendite di personal computer. È solo questione di tempo”.