ANTITRUST: TRA MCI E SPRINT SI METTE L’EUROPA

21 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le autorita’ antitrust dell’Unione europea sembrano intenzionate a far saltare i piani di fusione da $115 miliardi tra Mci WorldCom e Sprint, rispettivamente la seconda e la terza compagnia telefonica su lunga distanza negli Stati Uniti. Ne danno notizia fonti di stampa americane.

Il commissario per la concorrenza della Ue, Mario Monti, sarebbe preoccupato dall’eccessiva quota del mercato Internet che il nuovo gigante delle telcomunicazioni si troverebbe a controllare. Attualmente il network per il trasporto dati di Mci Worldcome’ il piu’ grande al mondo.

Da Bruxelles nessun commento ufficiale alle indiscrezioni.