Analisi tecnica: Heiken-Ashi una vera alternativa?

6 Settembre 2017, di Simone Rubessi

Heiken-Ashi una vera alternativa?

Le candele Heiken-Ashi sono uno strumento non molto conosciuto ma indubbiamente molto utile e di più chiara lettura rispetto alle normali Candlestick.

La loro principale caratteristica è quella di togliere buona parte dei rumori di fondo della  tendenza  (sia essa di brevissimo, breve o medio periodo) ,  rumori che spesso traggono in inganno  i Trader meno esperti facendoli uscire dal Trade, spesso in loss.

La matematica sottostante alle  Heiken-Ashi  permette di capire perché hanno la caratteristica appena descritta,  nel dettaglio:

  • formula Chiusura HA= (Apertura + Massimo + Minimo + Chiusura) / 4, ossia la chiusura è data da una media della candela corrente;
  • formula AperturaHA= (AperturaHA[1] + ChiusuraHA[1]) / 2, l’apertura corrisponde alla media del corpo (body) precedente;
  • formula MassimoHA= Max (Massimo, AperturaHA, ChiusuraHA), indica come viene calcolato il punto massimo all’interno di un Heiken Ashi. Il valore più alto della candela corrente relazionato ai valori di chiusura e apertura, calcolati secondo le indicazioni delle due formule precedenti;
  • formula MinimoHA= Min (Minimo, AperturaHA, ChiusuraHA), analogamente si calcola il minimo, sempre con il punto minimo raggiunto dalla candela corrente ed i suoi valori di chiusura e apertura.

Questo calcolo permette di avere una candela più leggibile  quindi meno soggetta a false interpretazioni,  inoltre va considerato che la candela non deve mai avere shadows sotto l’apertura affinché la tendenza sia consolidata, nel mommento in cui si verifica questo evento, facilmente la candela successiva sarà di colore opposto e la tendenza avrà girato.

Personalmente  le utilizzo spesso e le consiglio nel trading  ciclico  in quanto si possono tranquillamente utilizzare con qualsiasi tipo di strategia (che non si basi sulle Candlestick  o equivalenti) ,  vi riporto a titolo di esempio la semplicità dell’utilizzo con l’indicatore di ciclo.

Nell’immagine  l’indicatore  rappresentativo del ciclo giornaliero , da fare ovviamente solo operazioni in tendenza con la velocità : quando  quest’ultima è rialzista si entra su prima Haiken-Ashi blue e di esce alla prima rossa e così via. Al contrario  quando la velocità è ribassista.

In ugual modo è utilizzabile  sul ciclo Esaritmico (e qualsiasi altro ciclo) come riportato sul grafico l’indicatore di ciclo,   a destra delle linee verdi la velocità è rialzista e da lì in avanti solo operazioni long e viceversa dove ci sono le linee verticali rosse il ciclo è al ribasso e da lì in avanti  solo operazioni short.

Quella di fine serata di ieri era una evidente operazione short.

Facendo uno zoom sul ciclo Esaritmico in corso si può vedere con facilità le operazioni da effettuare, come si può vedere con facilità le ultime due operazioni nei giorni scorsi dopo l’inversione della velocità.

Spero di aver dimostrato come si può utilizzare in modo utile e semplice  le Heiken-Ashi che per loro natura si prestano a molteplici altri utilizzi.

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive disponibile fino alla fine dell’ anno, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione, per ulteriori informazioni visitate il link:

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016