Alibaba trascina in rialzo il tech cinese dopo i conti trimestrali

27 Maggio 2022, di Aleksandra Georgieva

Il tech cinese sale a Wall Street dopo la pubblicazione dei conti del primo trimestre del 2022 sopra le attese del gigante dell’e-commerce Alibaba.

Nonostante il rallentamento dell’economia cinese a causa dei recenti lockdown, il colosso di Hangzou ha segnato una crescita dei ricavi nel primo trimestre del 2022 del 9% a 204 miliardi di yuan, la più bassa da sempre.

La nota di ottimismo ha rafforzato la fiducia nel settore fortemente colpito da una repressione normativa nell’ultimo anno. L’indice Hang Seng Tech di Hong Kong delle 30 maggiori aziende tecnologiche ha chiuso in rialzo del 3,6%, mentre l’indice Hang Seng  ha segnato un +2,8%, la quotazione a New York è pari a 94,50 dollari per azione, si tratta di un rialzo su base settimanale del 7,74%.

Alibaba non è l’unico protagonista in termini di trimestrali: Baidu, ha chiuso in rialzo del 15% durante la seduta in Asia dopo aver registrato un aumento dell’1% in termini di vendite grazie al comparto cloud ed intelligenza artificiale. Il titolo JD.com, il più grande rivenditore online cinese, ha segnato un rialzo del 5%  durante la seduta in Asia dopo un aumento dei ricavi del primo trimestre 2022 del 18%.

“I titoli sensibili alle condizioni macro come Alibaba e Baidu potrebbero beneficiare temporaneamente delle basse aspettative in termini di utili e dell’anticipazione della fine dei lockdown a Shanghai”, hanno affermato in una nota Jialong Shi e Thomas Shen, analisti di Nomura.

“Ciononostante, riteniamo che la sostenibilità di questo rally sarà dettata dal ritmo di ripresa della domanda dei consumatori cinesi” hanno aggiunto Shi e Shen.

Al di là dei numeri sopra le attese, i giganti della tecnologia cinese hanno registrato la crescita trimestrale più lenta da sempre, penalizzati dai nuovi lockdown, parte della Zero-Covid policy di Pechino. Di conseguenza Alibaba non è stato in grado di fornire guidance per il resto dell’anno, in quanto i rischi legati al Coronavirus in Cina hanno offuscato le prospettive di crescita.

Alibaba: i lockdown stanno offuscando le prospettive di crescita

Nell’autunno del 2020, la Cina ha iniziato una politica poco friendly nei confronti dei propri colossi del tech. Il governo di Pechino ha multato numerose società e le ha sottoposto a verifiche per presunte pratiche monopolistiche. La recente impennata dei casi Covid  ha poi messo sotto pressione le loro prospettive di crescita, in particolar modo delle società di e-commerce viste le nuove restrizioni al settore dei viaggi e delle consegne a domicilio.

Riflettendo il rallentamento dell’economia cinese, il gigante dell’e-commerce Alibaba ha reso noto di avere riportato un calo degli acquisti online per le sue due principali piattaforme cinesi nel trimestre terminato il 31 marzo.

Alibaba ha anche avvertito dell’impatto delle restrizioni sui profitti ma soprattutto sulle incerte prospettive di crescita della società e non è stata in grado di fornire una guidance per i prossimi trimestri del 2022.