Alfieri lascia dopo 23 anni J.P. Morgan AM. Ecco chi lo sostituisce

12 Settembre 2022, di Alessandra Caparello

Lorenzo Alfieri (nella foto) lascia J.P. Morgan Asset Management (AM) per l’Italia di cui era country head dal 2012.  La società ha scelto come suo successore Andrea Aurilia, managing director e parte dell’ecosistema J.P. Morgan Asset Management da 11 anni. Massimo Greco, head of Emea funds di J.P. Morgan Asset Management, ha commentato:

Non possiamo che ringraziare Lorenzo Alfieri per gli anni che ci ha dedicato”,dichiara la società in un comunicato. Grazie alla sua visione, alla sua leadership e alla sua capacità di coltivare relazioni profonde e durature ha gestito un business di successo che ha segnato traguardi importanti in termini di masse, di innovazione e di riconoscimento nel mercato servendo con dedizione i clienti italiani e raggiungendo livelli di eccellenza nella relazione e nel servizio”.

Chi è Lorenzo Alfieri

Lorenzo Alfieri è country head di J.P. Morgan Asset Management per l’Italia dal 2012. È vicepresidente del Consiglio di amministrazione di Assogestioni. Entrato in  J.P. Morgan nel 1999, è stato direttore commerciale per l’Italia fino all’inizio del 2012, e membro del sales focus group e dello European retail distribution group. In precedenza, ha ricoperto il ruolo di responsabile dei mercati primari di ICBPI (Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane), dopo essere stato responsabile della sala mercati del Credito Bergamasco – CL & PM e responsabile delle gestioni estere del private banking di Citibank. Alfieri si è laureato in Economia e Commercio presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1986.

Chi è Andrea Aurilia

Laureato in discipline economiche e scienze sociali all’Università Bocconi di Milano, ha poi conseguito una laurea specialistica in economia e finanza all’Universitat Pompeu Fabra di Barcellona e un master in ESG analytics e investing al Mip Politecnico di Milano. Aurilia lavora per J.P. Morgan AM dal 2011, dove è stato vice president, executive director e managing director. Da 2019 è stato responsabile di private banking, bank retail e affluent channel per l’Italia.