Al Private Debt Award 2019 brillano Antares AZ I – Azimut Libera Impresa e Green Arrow

8 Aprile 2019, di Fabrizio Guidoni

Presso la GreenHouse di Deloitte sono stati premiati i vincitori della seconda edizione del Private Debt Award, premio promosso da Aifi e Deloitte. Nella categoria Sviluppo (progetti di crescita attraverso l’ingresso in nuovi segmenti, aree geografiche o sviluppando nuovi prodotti e/o tecnologie) il premio è stato assegnato ad Antares AZ I – Azimut Libera Impresa sgr. Il motivo è riconducibile all’operazione F.lli De Cecco di Filippo – Fara San Martino, società attiva nella produzione di pasta. Per la categoria Leveraged buyout/operazioni straordinarie (progetti di crescita attraverso acquisizioni, anche insieme a private equity, fornendo il debito necessario per l’operazione di lbo o strutturando l’operazione direttamente con l’imprenditore), il premio è stato assegnato a Green Arrow Capital sgr. In questo caso è legato all’operazione Nutkao Srl, gruppo che opera nel settore della produzione e commercializzazione di creme alla nocciola spalmabili.

I nomi dei premiati sono stati selezionati da una giuria composta da professionisti appartenenti al mondo istituzionale, imprenditoriale e accademico decidendo tra i 11 deal nell’ambito delle migliori operazioni concluse tra il primo agosto 2017 e il 31 dicembre 2018.

La giuria, presieduta da Innocenzo Cipolletta (foto) e composta da Luigi Abete (presidente Febaf), Daniele Candiani (partner Debt Advisory, Deloitte) Guido Corbetta (ordinario dip. management e tecnologia, Bocconi), Giancarlo Giudici (prof. associato finanza aziendale, Politecnico Milano), Sergio Luciano (direttore, Economy), Giovanni Maggi (presidente, Assofondipensione), Antonella Mansi (vice presidente, Confindustria), Luca Manzoni (responsabile corporate, Banco Bpm), Christian Martino (capo redattore, Plus 24 – Il Sole 24 Ore), Federico Visconti (rettore, Università Carlo Cattaneo – Liuc), ha decretato finalisti 11 operazioni chiuse da 8 fondi di private debt, a servizio del debito di pmi italiane.

“In questa seconda edizione del premio abbiamo raddoppiato i riconoscimenti; le operazioni candidate hanno peculiarità tali che meritavano tutte di essere vincitrici” afferma Innocenzo Cipolletta, presidente Aifi, “Abbiamo avuto operazioni diverse che coprono geograficamente tutta l’Italia, compreso il centro e il sud segno che il private debt opera sulle eccellenze ovunque esse siano”. “Il ruolo della giuria non è stato semplice perché diverse operazioni finaliste presentano profili di meritocrazia differenti ma ugualmente importanti” – afferma Daniele Candiani, partner debt advisory, Deloitte – “Per questo si è ritenuto opportuno assegnare un premio speciale ed una menzione ad un mercato che sta crescendo anche nella diversificazione degli operatori e che copre già buona parte dell’intera filiera del debito”.